E’ Daniela Santanchè la mattatrice principale di questa nuova puntata di Servizio Pubblico. Il titolo del programma di Michele Santoro fa chiaro riferimento alle ultime vicende giudiziarie che hanno coinvolto Silvio Berlusconi, per il quale, nell’ambito del cosiddetto “processo Ruby”, il pm Ilda Boccassini ha chiesto una condanna di sei anni di reclusione e l’interdizione dai pubblici uffici

Santoro: “All’estero sul caso Ruby al Pdl avrebbero risposto con pernacchie”
Editoriale di apertura di Michele Santoro, che entra in studio sulle note del brano “Grande grande grande” cantato da Mina. Il giornalista rievoca la manifestazione del Pdl a Brescia contro la magistratura. “La frase che più mi ha colpito” – afferma Santoro – “è una frase rivolta da alcuni giovani contestatori a degli anziani: ‘Come fate a non capire””. Introduce così la questione Ruby, narra l’affidamento a Nicole Minetti e il coinvolgimento di una prostituta, sviscera tutti i particolari della intricata vicenda. E sottolinea come di fronte ai salti mortali carpiati nelle versioni di Berlusconi e nella difesa accorata del Pdl gli Americani avrebbero risposto con “un pernacchione di 250 milioni di persone”. Idem per il pubblico francese: “All’idea del Pd di aspettare la Cassazione per commentare la vicenda di Berlusconi risponderebbe più di 60 milioni di pernacchie”. Santoro menziona le parole di Marina Berlusconi (“i diritti sono inviolabili”) e ricorda quello che successe a Piero Marrazzo (GUARDA IL VIDEO)

La manifestazione del Pdl a Brescia e le contestazioni contro Berlusconi
Servizio di Luca Bertazzoni sulla manifestazione indetta dal Pdl in difesa di Berlusconi, a Brescia. Le telecamere si soffermano sullo scontro tra i sostenitori del Cavaliere e i contestatori della manifestazione. Alcuni elettori del Pdl sostengono che i contestatori siano stati mandati sul posto da Santoro in persona (GUARDA IL VIDEO)

Ferrara: “Sul caso Ruby invidia sociale della Boccassini”
Intervista a Giuliano Ferrara che difende appassionatamente Silvio Berlusconi nel processo Ruby, dove è accusato dei reati di concussione e di prostituzione. E parla di invidia sociale da parte di Ilda Boccassini: “Se questo tribunale condannerà per prostituzione minorile e per concussione sarà un atto di estrema violenza ideologica contro ogni simulacro di giustizia”. Ferrara definisce le intercettazioni “origliamenti, indizi deboli” e bolla la “lap dance” come un innocente divertimento (GUARDA IL VIDEO)

Travaglio sul processo Ruby e sulla colpevolezza di Berlusconi
Primo atto del match tra Marco Travaglio e Daniela Santanchè sul processo Ruby. Il vicedirettore de “Il Fatto Quotidiano” esordisce dichiarandosi non certo della colpevolezza penale di Berlusconi, altrimenti non avrebbe senso l’esistenza dei magistrati. E osserva che i fatti sono affiorati e per comprenderlo non c’era bisogno della Cassazione. E aggiunge: “I governi Berlusconi hanno inasprito la lotta alla prostituzione”. Il giornalista infine invita a cercare su google le condanne per prostituzione minorile (GUARDA IL VIDEO)

Santanchè sul processo Ruby: “La Boccassini fa pulizia etnica”
“Quella della Boccassini è pulizia etnica; ha dato della puttane a tutte le ragazze che entravano ad Arcore”. Sono le parole di Daniela Santanchè, che chiede a Travaglio: “La vittima dov’è? Berlusconi ha trattato con rispetto ogni donna”. E rinfaccia al giornalista di aver espresso solo “odio razziale”. La pasionaria del Pdl poi si rivolge al vicedirettore de “Il Fatto Quotidiano” e a Santoro, sfidandoli con una domanda: “Siete uomini ricchi e potenti anche voi. Potete escludere che non avete mai conosciuto una giovane donna che vi frequentava per avere dei vantaggi?”. E puntualizza: “In ogni armadio di uomo c’è uno scheletro. Lo dico da donna” (GUARDA IL VIDEO)

Berlusconi a Minetti: “Ci siamo conosciuti al San Raffaele”
Conversazione intercettata tra Silvio Berlusconi e Nicole Minetti. Il Cavaliere rassicura l’ex consigliere regionale: “Dì che ci siamo conosciuti al San Raffaele” (GUARDA IL VIDEO)

Nicole Minetti: “Berlusconi è un pezzo di merda”
Nicole Minetti si sfoga al telefono, con la sua assistente Clotilde Strada, contro Silvio Berlusconi: “Si sta comportando da pezzo di merda, non me ne frega niente che lui sia il Presidente del Consiglio o un vecchio e basta, non mi faccio prendere per il culo così” (GUARDA IL VIDEO)

Travaglio sul caso Ruby: “Ha fatto tutto Berlusconi”
Sesso con i minorenni e concussione: questo è l’oggetto del processo a Berlusconi sintetizzato da Marco Travaglio. E aggiunge: “Tante persone finiscono in galera per aver fatto queste cose perché non sono Presidente del Consiglio”. E ribadisce: “I magistrati non potevano non indagare di fronte a quanto si sono ritrovati davanti” (GUARDA IL VIDEO)

Santanchè vs Santoro e Travaglio: “Violazione della privacy”
Daniela Santanché si scaglia contro le intercettazioni telefoniche che vedono coinvolti Nicole Minetti e Silvio Berlusconi affermando che si tratta di violazione della privacy. Travaglio ricorda anche che sono state 40 le persone intercettate: “Telefono molto anche io, ma non porto le mignotte ad Arcore” (GUARDA IL VIDEO)

Santanchè contro le intercettazioni: “La libertà è importante”
“Anni fa nella Germania lo stato ascoltava tutti, non credo si voglia vivere in quel modo”. Così Daniela Santanché sulle intercettazioni e sul reato di concussione. Punta il dito contro la frase “furbizia orientale” pronunciata da Ilda Boccassini in riferimento a Ruby e si definisce spaventata dall’accanimento e dalla voglia di scavare per nulla trovare” emersa dalla requisitoria del pm (GUARDA IL VIDEO)

Santanchè vs Travaglio e Santoro sulle “cene eleganti” da Berlusconi
Nicole Minetti è accusata di aver organizzato le cene di Arcore insieme ad Emilio Fede e Lele Mora. La Santanchè afferma provocatoriamente: “Io sono lesbica perché mantengo due donne che non lavorano per me”, provoca la pasionaria del Pdl. Si scaldano gli animi in studio quando la pasionaria del Pdl chiede i nomi delle ragazze che hanno avuto nomi contro la sua volontà. Travaglio replica: “Non è un processo per violenza sessuale, ma per aver fatto sesso con un minore” (GUARDA IL VIDEO)

La tragica storia di Giovanni Guarascio
Vittoria, provincia di Ragusa. Qui, pochi giorni fa, Giovanni Guarascio si è dato fuoco dopo aver visto vendere all’asta la propria casa, per un debito di 10mila euro. Ma Giovanni non è il solo, a Vittoria, a subire le conseguenze della crisi. Il reportage di Sandro Ruotolo sul Serit (l’Equitalia siciliana) (GUARDA IL VIDEO)

Santanchè vs Silvia, contestatrice alla manifestazione di Brescia
Scontro concitato tra Daniela Santanchè e Silvia Quarena, 27 anni, una delle contestatrici di Berlusconi a Brescia, che precisa: “E’ stata una mobilitazione spontanea, non era organizzata. Io non sono iscritta a nessun partito”. L’esponente del Pdl stigmatizza l’atto di bruciare le bandiere, denuncia il fatto che la madre ottantenne ha ricevuto sputi e aggiunge: “Non ci sarebbe uno di noi che viene a insultarvi in una vostra manifestazione”. Silvia spiega che è precaria e mamma di una bimba. E, rivolgendosi alla Santanchè, afferma: “Non accetto che questa gente si prenda gioco di me. Ho una dignità, voglio essere governata. Voglio essere orgogliosa del nostro Paese”. E in riferimento a Berlusconi menziona l’articolo 54 della Costituzione secondo il quale chi ricopre ruoli istituzionali deve farlo con onore e disciplina (GUARDA IL VIDEO)

Travaglio su Berlusconi: “Stili di vita”
Santoro rammenta a Daniela Santanchè la dichiarazione del capogruppo del Pd, Luigi Zanda, secondo cui Berlusconi è ineleggibile e indegno della nomina di senatore a vita. L’esponente del Pdl stigmatizza la tv, rea di dire solo balle, e accusa Travaglio di aver rivendicato “il diritto all’odio”, quando il Cavaliere fu colpito da Tartaglia da una statuetta a Milano. Il vicedirettore de “Il Fatto Quotidiano” replica: “Non va processato lo stile di vita, ma esso deve rispecchiare l’operato pubblico”. La discussione sfocia nuovamente nella polemica, quando viene toccato il tema della prostituzione minorile. Travaglio spiega che Berlusconi, se fosse colpevole, sarebbe ricattabile e osserva: “In questo processo attaccano tutti i magistrati, ma manca la controstoria. Quella della difesa” (GUARDA IL VIDEO)

Melania Tumini racconta al padre le “cene eleganti” di Berlusconi
L’intercettazione di Melania Tumini, amica di Nicole Minetti. La ragazza, turbata, racconta le serate di Arcore al padre (GUARDA IL VIDEO)

Grillo: “Berlusconi? Al Cappone”
Ad Ancona comizio di Beppe Grillo, che lancia accuse poderose contro Silvio Berlusconi e sottolinea la distanza siderale che è affiorata, nella manifestazione del Pdl a Brescia, tra giovani e vecchi. Il leader del Movimento 5 Stelle affronta anche il tema dei clandestini. Al termine dell’rvm, un lungo e scrosciante applauso nello studio di “Servizio Pubblico” (GUARDA IL VIDEO)

Dragoni: “La crescita in borsa di Mediaset”
Editoriale di Gianni Dragoni che spiega i notevoli progressi in borsa di Mediaset, soprattutto dopo le elezioni. Anche oggi, +6 per cento. Le azioni sono aumentate del 60 per cento dall’inizio dell’anno e le quotazioni sono più che raddoppiate in sei mesi. Il giornalista afferma che molto probabilmente Berlusconi voglia vendere le sue tv (GUARDA IL VIDEO)

Ferrara: “Le conseguenze della condanna a Berlusconi”
Giuliano Ferrara, intervistato da Luca Bertazzoni, spiega cosa accadrebbe se Silvio Berlusconi venisse condannato al processo Ruby. Il direttore de “Il Foglio” afferma che non è affatto condannabile la bugia inventata da Berlusconi su Ruby nipote di Mubarak (GUARDA IL VIDEO)

Santanchè: “Grillo non va oltre la protesta”
Santanchè accusa Grillo di non saper andare oltre alla protesta. E afferma che la pacificazione è l’unica soluzione per affrontare la grave crisi che attraversa il Paese. Ma precisa: “Non ci piace governare con il Partito democratico: abbiamo visioni diverse su tutto, però abbiamo una responsabilità” (GUARDA IL VIDEO)

Travaglio: “Questo governo Pd-Pdl prigioniero del conflitto d’interessi”
Per Marco Travaglio il termine pacificazione ha diverse interpretazioni: riguardo ai processi Berlusconi, per esempio, vorrebbe dire non farli. Ma l’Italia ed il Governo sono ancora prigionieri del conflitto di interessi. E spiega: “Il centrodestra pretende dai magistrati una sentenza politica: se lo condannate sappiate che che il governo cadrà” (GUARDA IL VIDEO)

Efe Bal: “Anche quello di prostituta è un mestiere”
Intervento di Efe Bal, nata in Turchia e da sette anni in Italia. “Non posso pagare le tasse, ma devo pagare le multe per questo, perchè la professione di prostituzione non è riconosciuto dall’Agenzia delle Entrate. Siamo stufi di sentire la storia di Ruby e Berlusconi”, accusa Efe, che ha manifestato davanti al tribunale di Milano per chiedere di contribuire con le tasse al Paese. E aggiunge: “Quando mi capita un cliente con 40 anni più di me, come sarebbe Berlusconi, mi fa tenerezza” (GUARDA IL VIDEO)

Travaglio: “I divisivi e i condivisi (da Berlusconi)”
Marco Travaglio apre il suo editoriale, menzionando una striscia di Stefano Disegni, pubblicata su “Il Misfatto”, che raccontava la storia di una vecchietta scippata da un ladro, il quale, a sua volta, denunciava il presunto giustizialismo della donna. “Appariva alla fine un signorino occhialuto e azzimato” – afferma il vicedirettore de “Il Fatto Quotidiano” – “un tipico esponente del Pd, un incrocio tra Enrico Letta e Gianni Letta, che invitava a un passo indietro e al dialogo costruttivo. E intanto il ladro si dileguava con la refurtiva”. Il giornalista, attraverso questa ironica metafora, dà una definizione di “divisivi” e di “condivisi”. “Chi non condivide è un terrorista o un sabotatore della pacificazione” – spiega – “chi è condiviso piace a Berlusconi. Enrico Letta, ad esempio, non è divisivo perchè è impossibile dividerlo dallo zio Gianni. Tutto deve piacere a Berlusconi, altrimenti è divisivo”. E cita esempi di “divisivi”, come Prodi, Rodotà e le figlie di Enzo Tortora, alle quali Berlusconi ha ribattuto: “Fareste meglio a tacere” (GUARDA IL VIDEO)

Le contraddizioni di Ruby sulle cene di Arcore
Ruby è stata intervistata due volte da Servizio Pubblico e delle serate di Arcore ha dato due versioni: una prima di partire per il Messico, e un’altra, diversa, una volta tornata. Prima di partire, ad esempio, disse che non avrebbe mai mandato la figlia alle feste di Arcore. Dopo il viaggio si rivelò più titubante in merito (GUARDA IL VIDEO)

Il M5S contro il candidato sindaco M5S di Ancona
Servizio di Giulia Innocenzi, che intervista il Movimento 5 Stelle di Ancona che sta facendo campagna elettorale contro il candidato sindaco dello stesso Movimento 5 Stelle. Nella città “convivono” un Movimento 5 Stelle certificato, che sostiene il candidato sindaco Andrea Quattrini, e un altro Movimento 5 Stelle, legato al candidato sindaco delle comunali del 2009, Mauro Gallegati. E mercoledì, durante il comizio di Grillo, i due gruppi si sono scontrati. Una militante del movimento urla alle telecamere: “Santoro, fai schifo”. Lei, come altri attivisti, demonizzano la televisione che sfrutterebbe i dissidenti, come Favia e la Salsi, per buttare fango sul movimento (GUARDA IL VIDEO)

Travaglio: “Ho un sogno”
Le conclusioni di Marco Travaglio sui minori e la loro tutela. Un Paese con leggi giuste che punisce i corrotti e tetela le fasce deboli (GUARDA IL VIDEO)

Le vignette di Vauro: dal processo Ruby al governo di pacificazione
Pirotecnico finale con la rassegna grafica di Vauro, che attraverso le sue vignette racconta la settimana appena trascorsa: dallo speciale di Canale 5 sul caso Ruby alla nomina di Guglielmo Epifani a segretario del Pd fino alla censura dei commenti offensivi nei riguardi di Giorgio Napolitano sul blog di Beppe Grillo (GUARDA IL VIDEO)