Apertura netta. Sergio Chiamparino è in corsa per la segreteria del Partito democratico. Ma, è lui stesso a dirlo, solo “se si creeranno le condizioni per dare una mano al centrosinistra, a prescindere dal ruolo”. L’ex sindaco di Torino e attuale presidente della Compagnia di San Paolo, ha risposto così a chi gli chiedeva un parere sulla sua eventuale candidatura a guidare il Pd dopo l’interregno di Guglielmo Epifani. “Può essere cosa su cui ragionare, ma allo stato attuale non ho obiettivi” ha detto Chiamparino, secondo cui “da oltre un anno a questa parte sto facendo un lavoro e credo dignitosamente bene, quindi non sono alla ricerca di un posto”. Ciò non toglie, però, che il suo nome non faccia parte della rosa di papabili segretari al congresso democratico di ottobre. “Per il futuro vedremo – ha detto a margine di una conferenza stampa – Di sicuro per me è difficile separarmi dalla passione per la politica, che non è però soltanto quella riconducibile ai partiti”.