Riportiamo di seguito la traduzione del post di Al Gore, comparso sul suo blog, a commento del raggiungimento della concentrazione record di Anidride Carbonica (CO2) pari a 400ppm

Il 9 maggio, per la prima volta nella storia dell’umanità, la concentrazione in atmosfera  di anidride carbonica, il principale inquinante gas serra, ha superato le 400 parti per milione.  

Questo numero è un promemoria che ci dimostra come negli ultimi 150 anni – e soprattutto nel corso degli ultimi decenni – abbiamo incautamente inquinato la guaina protettiva di atmosfera che circonda la Terra e protegge le condizioni che hanno favorito il fiorire della nostra civiltà. Stiamo modificando la composizione della nostra atmosfera ad un ritmo senza precedenti. Infatti, ogni singolo giorno, versiamo in atmosfera  ulteriori 90 milioni di tonnellate di gas serra come fosse una fogna a cielo aperto.

Come l’illustre scienziato del clima Jim Hansen ha calcolato, la quantità di gas serra che accumuliamo ogni giorno nell’atmosfera ha un contributo energetico pari all’esplosione di 400.000 bombe atomiche come quelle di Hiroshima. La Terra è un grande Pianeta, ma questa è una grande quantità di energia. E stiamo assistendo a un effetto distruttivo.

Ora più che mai, stiamo raccogliendo le conseguenze della nostra incoscienza. Dall’uragano Sandy, che ha  paralizzato New York e le grandi aree del New Jersey, ad un periodo di siccità che riarsa più della metà della nostra nazione (Usa, ndt), dall’alluvione che ha inondato vaste aree dell’Australia all’innalzamento dei mari che interessano milioni di abitanti in tutto il mondo, la realtà della crisi climatica è su di noi.

I nostri sistemi alimentari, le nostre città, la nostra gente e il nostro modo di vivere si sono sviluppati all’interno di una gamma stabile di condizioni climatiche sulla Terra. Senza un’azione immediata e decisiva, se continuiamo ad aggravare la crisi climatica peggiorandola giorno dopo giorno, queste condizioni favorevoli potrebbero diventare un ricordo.

Insieme ad  ogni grande sfida arriva una grande opportunità. Abbiamo il raro privilegio dar vita ad  un’occasione di grandezza mondiale. Per fare questo, le nostre comunità, le nostre imprese, le nostre università e i nostri governi devono lavorare in armonia per fermare la crisi climatica. Dobbiamo raccogliere il meglio dello spirito umano ed attingere dal nostro coraggio, dal nostro ingegno, dal nostro intelletto e dalla nostra determinazione per affrontare questa crisi. Non possiamo commettere errori, questa crisi richiederà non meno del nostro meglio. Sono ottimista perché abbiamo dimostrato di confrontarci con le più grandi sfide del nostro passato.

Quindi, per favore, prendi questo giorno e il traguardo che rappresenta e usalo per riflettere sulla fragilità della nostra civiltà e dell’ecosistema planetario da cui dipende. Ridedica te stesso con l’obiettivo di salvare il nostro futuro. Parla con i tuoi vicini di casa, chiama il legislatore, lasciate che la vostra voce venga ascoltata. Dobbiamo agire immediatamente per risolvere questa crisi. Non domani, non la prossima settimana, non l’anno prossimo. Adesso.

*L’immagine è tratta dal sito The Keeling Curve e rappresenta l’evoluzione della concentrazione della CO2 in atmosfera negli ultimi 800.000 anni presso la stazione di misura situata presso il Mauna Loa (Hawaii, Usa).