“Le fiction come Il Capo dei capi hanno un effetto devastante sui giovani”. Non conosce mezze misure Pino Maniaci, il direttore di Telejato, emittente di Partinico che da anni racconta le organizzazioni criminali in Sicilia. Sempre dal festival della tv di Dogliani gli fa eco Luigi Ciotti che ha presentato una ricerca fatta da Libera negli istituti superiori di diverse regioni d’Italia: “Certe produzioni, come Romanzo Criminale, rischiano di mitizzare certi personaggi della mafia, piuttosto di chi lotta contro”. Il rapporto tra mafia e media viene analizzato anche dal Procuratore capo di Torino, Giancarlo Caselli che ricorda come “i media possano esercitare un ruolo decisivo, ma lo fanno solo a volte”   di Cosimo Caridi