I costi della politica, per i cittadini, restano una priorità. Il vicepresidente dei deputati del Partito democratico, Gero Grassi, si è intrattenuto con un gruppo di giovani all’esterno della Camera dei deputati ed è stato contestato proprio sui compensi ai parlamentari. “Ma discutiamo ancora del nostro ingaggio?” chiede Grassi ai presenti e un ragazzo replica: “Io non li prendo 4 mila euro al mese e lavoro fino al sabato”. Il deputato gioca la carta di chi incassa di più: “Lei sa quanto guadagna un calciatore? E quanto guadagna un famoso giornalista della tv ad esempio del servizio pubblico?”. Di fronte all’onorevole vi è proprio una giornalista del servizio pubblico della Rai, un’inviata de ‘L’ultima Parola’ di Gianluigi Paragone (Rai2) che replica: “Guadagno 2400 euro al mese, lei 11 mila euro”. Grassi contesta la cifra in busta paga da deputato. Quando gli contestiamo quanto gli è stato accreditato per i primi 45 giorni (18mila euro ndr), il deputato risponde: “Sono 4mila e 400 euro in un mese. Lei non deve confondere l’indennità con i rimborsi” prima di andare via tra i fischi dei presenti  di Nello Trocchia