Primo Maggio di scontri a Napoli. Dopo aver sfilato per le vie di Bagnoli denunciando la mancata bonifica dei suoli inquinati dell’ex Italsider e attaccando i sindacati confederali, un gruppo di giovani aderenti ai centri sociali ha provato a salire sul palco allestito dai sindacati regionali a ‘Città della Scienza’ per il tradizionale concerto. Ne è nata una bagarre che ha coinvolto, oltre alle forze di polizia, anche il servizio d’ordine. Malgrado i tentativi di mediazione con i manifestanti, tra cui anche diversi cassintegrati della Fiat di Pomigliano e della Irisbus, il concerto è stato sospeso  di Andrea Postiglione