Primo maggio, festa dei lavoratori. A Roma va in scena il concertone di piazza San Giovanni, un rito svuotato di significato secondo Beppe Grillo che oggi dal suo blog spara a zero sulla Festa, descrivendola come la Caporetto italiana, simbolo dei cassaintegrati, disoccupati ed esodati. In piazza tanti giovani, che rispondono al leader dei cinquestelle. “E’ vero non c’è nulla da festeggiare”, spiegano, “ma stare a casa a piangersi addosso non serve”. E ancora: “Grillo invece di urlare e dire parolacce faccia proposte”   di Irene Buscemi