Il governo Letta ha ottenuto il via libera anche dal Senato con il premier che nella sua replica al dibattito sulla fiducia ha ribadito che vista la “situazione di grandissima emergenza” e l’esito elettorale “non ci sono alternative allo stare insieme”. Ma in questo governissimo si sono già registrate le prime incrinature, visto che sull’Imu è scoppiata la polemica, con Silvio Berlusconi che ha minacciato: “O verrà abolita o non sosterremo il governo”. Al Pdl non sono piaciute le parole del ministro per i Rapporti con il Parlamento Dario Franceschini, secondo cui “l’Imu non verrà tolta, ma ci sarà una proroga per la rata di giugno”. Una dichiarazione che ha provocato la richiesta di chiarimento prima del voto di fiducia fatta a Enrico Letta dal senatore del Pdl Altero Matteoli. E sui provvedimenti che riguarderanno l’Imu è arrivato anche un commento dal portavoce del commissario Olli Rehn, che invita il governo a rispettare gli accordi con Bruxelles e gli obiettivi sul debito pubblico. Ne abbiamo parlato in diretta streaming dagli studi del FattoTv con Antonio Padellaro (direttore de il Fatto Quotidinao). Potete inviare commenti e domande ai social network del Fatto e al sito. Per Twitter gli hashtag sono: #FattoTv #fiducissima #Imu