“Il Pdl è pronto ad un governo di larghe intese forte e politico, di legislatura, che duri cioè cinque anni”. Così il capogruppo del Popolo della Libertà alla Camera dei deputati, Renato Brunetta, afferma in sala stampa a Montecitorio. E sul nome del futuro presidente del Consiglio aggiunge: “Nessuna preclusione per noi va bene sia Amato, Bersani o Renzi, sta al Pd ora, se loro non sono pronti, si vada al voto”. Lo stop al nome di Giuliano Amato arriva dalla Lega Nord confermato in sala stampa dal Capogruppo del Carroccio al Senato, Massimo Bitonci  di Manolo Lanaro