Il deputato del Pdl Antonio Angelucci, ed editore di Libero, ha una passione sfrenata per la Ferrari. Tanto grande che per andare al lavoro alla Camera dei deputati, il re delle cliniche private romane usa una fiammante rossa modello 458 (200mila euro circa di listino prezzo). Arrivato a Montecitorio riesce a parcheggiare in via della Missione in uno spazio consentito solo grazie “alla discrezionalità del personale della Camera”, come dichiarano a ilfattoquotidiano.it gli agenti della Polizia Municipale di piazza del Parlamento. Lo spazio è riservato alla sosta, infatti, solo per particolari operazioni di carico e scarico e solo previa autorizzazione degli addetti. Anche perché di lì a un metro vi è la possibilità per i nostri onorevoli di lasciare le loro automobili nell’ampio parcheggio di servizio a loro disposizione. Il deputato del Pdl appena superata la sbarra del passaggio a livello dell’area di Montecitorio, dà un’accelerata e riparte via. Due anni fa, quando sedeva a Palazzo Madama, gli uomini della scorta del senatore avevano sventato l’incendio in centro storico della fuoriserie da parte di uno squilibrato. L’uomo era stato poi consegnato alla polizia e denunciato per tentato incendio doloso  di David Perluigi, montaggio Paolo Dimalio