Ad uscire con le ossa rotte, in seguito alla quarta votazione per il Presidente della Repubblica, è il Pd di Pier Luigi Bersani. Dopo Marini, arriva il flop di Romano Prodi che raccoglie soltanto 395 voti. “E’ evidente che il Pd non è grado di scegliere da solo il nome del presidente della Repubblica”  di Irene Buscemi