Il senatore del Movimento 5 Stelle va avanti per la sua strada: “Il nostro candidato è Rodotà. Prodi? Sarebbe un incubo”. Poco importa al politico a 5 Stelle che il nome del professore bolognese sia uno delle candidature possibili espresse durante le Quirinarie. E sembra non aver ascoltato nemmeno le parole di ieri della capogruppo alla Camera Roberta Lombardi: “Anche Prodi sarebbe una gran cosa”  di Tommaso Rodano