A Londra funerale solenne di Margaret Thatcher, scomparsa lo scorso 8 aprile all’età di 87 anni. L’imponenza della cerimonia e i costi, però, che si aggirerebbero intorno ai 10 milioni di sterline, da giorni sono al centro di polemiche e discussioni, mentre la Gran Bretagna si è rivelata profondamente divisa sulla figura della Lady di Ferro e sulla sua controversa eredità politica.

Downing Street si è affrettata a rispedire al mittente le critiche, spiegando che renderà pubbliche le spese solo a funerali avvenuti. Secondo il portavoce del premier David Cameron, l’organizzazione delle esequie, con tutti gli onori militari “è il modo migliore per onorare la celebre statista e non si potrebbe fare diversamente”. Ma le critiche sono emerse da più parti. Dopo il vescovo di Grantham, città natale della statista, che aveva espresso dubbi sull’opportunità di una tale spesa, si sono aggiunte anche le voci critiche di esponenti del partito laburista all’opposizione e di quello liberaldemocratico in coalizione di governo con i conservatori.

La salma parte dalla cappella di St. Mary Undercroft nel palazzo del Parlamento. Percorre Whitehall (la zona dei palazzi governativi), per passare davanti a Downing Street, di cui Margaret Thatcher è stata inquilina dal 1979 al 1990, e raggiungere St. Clement Danes dove dal carro funebre passerà su un fusto di cannone, per procedere lungo lo Strand fino alla cattedrale di St. Paul. Il Big Ben resterà muto “in segno di rispetto”.

La regina assiste alla cerimonia funebre insieme al consorte, il principe Filippo. E’ la seconda volta in 60 anni di regno che Elisabetta II prende parte ai funerali di un primo ministro, dopo quelli di Winston Churchill nel 1965. Furono allora funerali di Stato. Per la Thatcher si tratta invece di funerali solenni, con gli onori militari. Così come voleva la stessa ex premier.

Circa 700 i militari sono stati assegnati all’accompagamento del feretro. Oltre 2000 persone presenti alla funzione religiosa nella cattedrale di St. Paul, tra loro diversi dignitari stranieri e capi di stato e di governo. Per l’Italia è atteso il presidente del Consiglio Mario Monti.