Che abbia le competenze non ci piove, ma la neo assessora del comune di Mira, la grillina Maria Grazia Sanginiti, è pure moglie dell’onorevole grillino Emanuele Cozzolino.

Un paio di mesi fa, il sindaco di Mira, nel Veneziano, Alvise Maniero, pure lui grillino, aveva cacciato l’assessora grillina Roberta Agnoletto, colpevole, per il primo cittadino, di assenteismo. L’Agnoletto sosteneva, invece, di essere stata dimissionata dal primo cittadino “a causa della gravidanza, dell’imminente parto e degli impegni materni conseguenti”. Scoppiarono le polemiche, alle quali il sindaco ribatteva che “l’assessore poteva garantire due giorni e mezzo di lavoro alla settimana e a noi non bastano”.

Ora la Sanginiti entra in giunta e il sindaco spiega “Ha competenze altissime, una grande energia e lavorerà a tempo pieno a parità di costi”.

Sono, però, insorte le opposizioni dal Pd al Pdl: “Questi grillini hanno preso in pochissimo tempo tutti i peggiori difetti dei partiti”, chiosa il pidiessino Fabio Zanchetta, che chiede al sindaco “di spiegare i motivi della scelta”. Nel consiglio comunale di Mira, sempre nelle fila grilline, siedono pure marito e moglie, Allen Biasiotto ed Elisa Marchiori. Non il massimo.Ma si può parlare di parentopoli grillina? Lo tsunami dei 5 Stelle ha travolto tutti e tutto, facendo eleggere anche chi mai se lo sarebbe aspettato. Ma ora siamo alla prova della verità!