Polemica concitata durante il talk show di approfondimento politico, “In Onda”, su La7. Protagonisti del dibattito: il giornalista Paolo Guzzanti, la direttrice di Youdem Chiara Geloni e il direttore de ilfattoquotidiano.it Peter Gomez. Il casus belli è dato dalle dichiarazioni di Matteo Renzi sulle immagini che immortalavano Anna Finocchiaro all’Ikea con la propria scorta e dal commento di Peter Gomez, che invita tutti ad una maggiore serietà nell’affrontare l’argomento “Colle” e spiega: “La critica di Renzi sulla senatrice Pd sarà anche inelegante, ma è questo che si ricorda nell’immaginario collettivo, così come si ricorda che suo marito è sotto processo a Catania“. Furibonda la reazione di Guzzanti, che ribatte narrando i disagi di chi è costretto a essere sotto scorta e scomoda Grillo e il Movimento 5 Stelle: “La gente imparasse cosa è la realtà, diciamolo con un messaggio chiaro ai cittadini senza avallare le scemenze del grillismo, perché questo è il cancro che ci stiamo portando addosso“. E aggiunge: “Se seguitiamo con questa idiozia del comune sentire e di indignazione per le sciocchezze, noi non facciamo il nostro mestiere di bravi giornalisti e di testimoni”. Collerica anche la replica di Chiara Geloni, che, dopo aver definito tristi le dichiarazioni rese da Renzi al Tg5, difende il nome della Finocchiaro, ribattendo a Gomez: “Se fosse un uomo, tu andresti a vedere il curriculum della moglie? Cosa è questo tuo paternalismo?“. La discussione poi si sposta sulla candidatura di Romano Prodi, che a Paolo Guzzanti non piace nel modo più assoluto. La direttrice di Youdem, invece, afferma: “Lo voterei volentieri, ma per una metà del Paese Prodi rischia di essere una scelta divisiva