Il sindaco Federico Pizzarotti fa scuola, in tutti i sensi. Dopo essere stato sotto i riflettori di tutta Italia con la sua vittoria, il primo cittadino di Parma porterà il proprio esempio ai candidati alla fascia tricolore del Movimento 5 stelle che sfideranno gli avversari alle prossime elezioni amministrative.

Primo tra i candidati Cinque stelle a essere eletto in un capoluogo di provincia, segnando la svolta nell’ascesa del Movimento di Beppe Grillo alle scorse comunali nel maggio 2012, ora il sindaco di Parma sarà anche il primo a salire in cattedra per raccontare la propria esperienza dopo quasi un anno alla guida del Comune della città emiliana.

L’annuncio è arrivato attraverso i social network, dopo le tante richieste di incontri e colloqui giunte da tutta Italia da parte degli aspiranti sindaci del Movimento. La proposta, ancora da confermare a seconda delle adesioni, è di una o due giornate di incontro (ma sarebbe meglio dire “lezioni da sindaco”) da tenersi proprio in quella che Grillo ha definito la sua “Stalingrado”. “Visto il mare di richieste di incontro con i candidati sindaco di tutta Italia, abbiamo pensato di organizzare un incontro a Parma per scambiarci esperienze e indirizzi – scrive Pizzarotti su Facebook – Il giorno sarà il 27 aprile. Stiamo ancora definendo modalità e il luogo. Candidati, cosa ne pensate?”

L’idea è nata dallo stesso primo cittadino, che sta ancora valutando insieme ai consiglieri Cinque stelle come organizzare l’iniziativa, che potrebbe anche durare due giorni e che consentirebbe di mettere in contatto candidati alla fascia tricolore provenienti da tutta Italia. “In tanti si sono rivolti a me per chiedermi della mia esperienza o farmi domande specifiche, ho ricevuto mail e telefonate dalla Sicilia al Friuli – racconta Pizzarotti – Materialmente però non riuscirò a incontrare tutti andando direttamente da loro, anche se con qualche candidato tra i più vicini, come per esempio in Emilia Romagna, andrò di persona. Quindi ho pensato che questo poteva essere un modo per rispondere a tutti”.

Durante l’iniziativa il sindaco avrà modo di raccontare il suo primo anno di mandato nel Comune di Parma, con tutte le difficoltà annesse, spiegando il modo in cui l’amministrazione Cinque stelle ha affrontato le questioni principali, dal debito milionario al bilancio, fino al rapporto con i cittadini. “L’idea è di coinvolgere anche i sindaci Cinque stelle degli altri Comuni, visto che anche loro stanno facendo la mia stessa esperienza, in modo da confrontarci e mettere a servizio degli altri il nostro lavoro”.

Non una lezione unilaterale dunque, ma piuttosto un tavolo di lavoro con l’obiettivo futuro di creare una rete di collaborazione tra le varie città. Dopo il resoconto dei sindaci, i candidati avranno spazio per chiedere chiarimenti e suggerimenti sulle linee da seguire nei propri Comuni. “Ogni realtà ha problematiche distinte, quindi in ogni città ci sono priorità e criticità diverse che solo i diretti interessati possono conoscere, ma è importante confrontarsi – ha concluso Pizzarotti – Per il futuro sarà fondamentale fare rete anche tra sindaci, in modo da avere più forza nel portare avanti battaglie e politiche comuni”.