L’ormai famosa frase di Ruby Rubacuori: “Noemi è la pupilla, io sono il culo”, potrebbe avere una spiegazione. La giovanissima napoletana, che ebbe come ospite d’onore alla festa per il suo 18° compleanno l’allora presidente del Consiglio, sarebbe stata molto più vicina a Silvio Berlusconi di quanto era mai emerso. E anche quel nomignolo “Papi” entrerebbe nell’ambito di una conoscenza profonda, più intima di una semplice e affettuosa amicizia di famiglia tra il Cavaliere e il padre della ragazza. Noemi avrebbe avuto rapporti sessuali con il leader del Pdl quando aveva 17 anni. A raccontarlo è l’ex agente della Letizia. Francesco Chiesa Soprani, in un’intervista esclusiva che andrà in onda questa sera a Servizio Pubblico (guarda il video), il programma di Michele Santoro, svela quello che si era soltanto ipotizzato e che era stato sempre smentito. La trasmissione, questa sera dal titolo “Cittadino Presidente” sarà in diretta su La7 e in diretta streaming su ilfattoquotidiano.it alle ore 21.10. Ospiti in studio Marianna Madia, deputata Pd, Massimo Cacciari e Franco Battiato

“Mi disse di come conobbe il premier e mi spiegò che quando era minorenne, a Roma, ci fu un rapporto consenziente. Questo segreto non fa male a Noemi, questo segreto fa male agli italiani. Di conseguenza – afferma Chiesa Soprani – non voglio che l’Italia venga governata o comunque che gli italiani non si rendano conto di chi è una persona. Non era amico del padre, e siccome questo lo so, lo voglio dire agli italiani. Italiani: non era amico del padre. Domani mi minacciano? Domani mi sparano? Sono contento così”. 

L’uomo non sa che fine abbia fatto la ragazza di Portici: “Si gode i soldi che si è presa immagino. Io ebbi il numero da Emilio Fede, la chiamai, pagai l’aereo a lei e al padre, e vennero in studio da me. Il papà mi disse: ‘Guarda Francesco non mi interessa il discorso economico, in quanto chi di dovere – e uscì il nome di Berlusconi, ci ha già pagato'”. La giovane partenopea aveva già smentito in passato di aver fatto sesso con Berlusconi annunciando che avrebbe querelato la marocchina.

E l’ex agente ha raccontato anche un episodio riguardante la invano spacciata nipote dell’ex presidente egiziano. “Io gli spiegai che facevo l’agente televisivo e Ruby mi disse: ‘Guardi che qua io ho già Lele Mora, Emilio Fede e Silvio Berlusconi che si stanno occupando di me, siccome sono minorenne’ e quindi Berlusconi sa che è minorenne. ‘Io sto qua perché mi pagano la casa, mi danno i soldi, mi fanno divertire’. E poi ha concluso dicendo ‘Scopata più, scopata meno, ormai..’.”

Durante Servizio Pubblico gli spettatori potranno interagire sui temi del dibattito attraverso Liquid Feedback. Il programma sarà trasmesso anche su serviziopubblico.it, sulla piattaforma Web de La7, Youtube e in diretta su Radio Radicale.