A prima vista uno si chiede se sia il suo profilo vero. Poi scorrendo la timeline capisce che sì, è proprio lui. E  a quanto pare Gaetano Quagliariello, uno dei dieci  “saggi” nominati da  Giorgio Napolitano, ha qualche problema con il suo ruolo. O, forse, solo con la cucina.

A differenza di Valerio Onida, caduto nello scherzo della Zanzara di Radio 24, Quagliariello ironizza personalmente  sul suo lavoro. Al quale preferisce una bella corsetta. Ma il tempo rimasto per presentare i risultati al Colle non è tanto, i partiti chiedono di concludere al più presto e trovare una soluzione per l’esecutivo. Intanto, con questa soluzione, il Capo dello Stato ha tenuto a bada analisti finanziari e istituzioni europee. Ma la tregua potrebbe finire presto.