Sfila prima una bandiera della X Mas, poi un’altra della Repubblica Sociale Italiana. Non c’è solo il caso palco, durante la manifestazione per i Marò al Colosseo, organizzata dal comune di Roma e fortemente sostenuta dal Pdl, diversi vessilli rimandavano al ventennio fascista. Anche Beatrice Lorenzin, deputata del Pdl, ha giudicato “inopportuna la bandiera”, un commento interrotto da un cittadino che ha esclamato: “Non dica stronzate, non si vergogna?”. I manifestanti, duecento circa, hanno chiesto che i Marò vengano giudicati in patria e hanno criticato duramente il governo italiano. Tra i presenti il sindaco di Roma Gianni Alemanno, consiglieri di maggioranza, l’ex console fascio rock Marco Vattani, esponenti del Pdl e i deputati Ignazio La Russa e Giorgia Meloni di Fratelli d’Italia. Tra i manifestanti molti i nostalgici del duce. “ Oggi – racconta una signora – Mussolini sarebbe un modello. Le leggi razziali? In Italia furono all’acqua di rose”  di Nello Trocchia