“Se dovessi vincere le primarie del centrosinistra del 7 aprile come candidato sindaco di Roma, mi dimetterò dal Senato e lascerò il lavoro da chirurgo”. Lo ha dichiarato oggi il senatore Pd Ignazio Marino al FattoTv, la webtv de ilfattoquotidiano.it In merito poi alla polemica con il collega di partito e avversario alle primarie, David Sassoli, sulle affissioni abusive a Roma dei manifesti dell’eurodeputato, Marino ha ribadito: “Sassoli dovrebbe dimettersi, perché ha imbrattato Roma e non ha rispettato il codice etico sottoscritto dai candidati alle primarie”.  La campagna per il Campidoglio di Ignazio Marino è partita con un’esortazione tipica romana: ‘Daje‘. Tanto è bastato per scontrarsi con il Movimento 5 stelle di Roma. “Quello slogan è nostro – Marcello De Vito, candidato grillino per il Campidoglio – Da tempo abbiamo avviato la campagna per le comunali con il ‘Daje Tour’ invitando i cittadini a votare: sui social. Era stato creato l’hashtag #dajetour prima di Marino”. Marino ha replicato: “Il Movimento 5 stelle Roma aveva spiegato che quello slogan non lo avrebbero più utilizzato, perché veniva ritenuto volgare. E detto dal partito di Grillo che usa spesso espressioni non proprio oxfordiane”