“Chi ha portato in Parlamento quella legge elettorale (porcellum, ndr) si chiama Roberto Calderoli, che se l’è vista tagliata, cucita, rammendata al punto che l’ha definita ‘porcheria’ alla fine”. Così il leghista Sergio Divina cerca di discolpare il suo collega di partito dall’accusa di essere il creatore del “porcellum”, durante il programma di approfondimento “Punto e a capo”, su Class TV. L’ex senatore del Carroccio, però, viene smentito dal conduttore Marco Gaiazzi, che, col suo iphone, gli fa ascoltare le celebri dichiarazioni rese da Calderoli ad Enrico Mentana nella trasmissione “Matrix”, su Canale5. Visibilmente imbarazzato, Divina giustifica in modo originale la sua tesi: “Io non credo a una parola di quello che Calderoli disse a Mentana. O Calderoli era pazzo o c’era un Parlamento di incoscienti