Piazza San Pietro gremita per il primo angelus di Papa Francesco I. Tanti gli argentini venuti per ascoltarlo. “Anche se ci ha detto di restare in Argentina e dare i soldi del viaggio ai poveri, non potevo che essere qui a dargli tutto il mio affetto. Io posso permettermelo rispetto a tanti altri miei concittadini, amo il mio paese e per questo sono qui, per dirlo al mondo”. E’ quanto afferma una signora di Buenos Aires, oggi a Roma per vedere il nuovo pontefice. “Era quello che speravamo, una Papa umile, vicino ai poveri. Speriamo che non si dimentichi del suo paese, ne abbiamo tanto bisogno”, aggiunge un’altra. “Le accuse su Bergoglio e la dittatura militare? Fandonie della stampa, è tutta una campagna politica della presidente argentina Cristina Kirchner e della sinistra anticlericale, non c’è nulla di fondato”, raccontano alle telecamere de ilfattoquotidiano.it alcuni ragazzi argentini. Molti anche gli italiani. “E’ la prima volta che vengo ad ascoltare l’angelus. Il predecessore, Ratzinger, non riusciva ad emozionarmi” . “Potrebbe avere lo stesso carisma di papa Giovanni Paolo II“, aggiunge una signora, “vedremo le azioni concrete che metterà in campo”  di Irene Buscemi