Nomura si schiera contro Monte dei Paschi di Siena. La banca d’affari giapponese ha presentato ricorso a Londra contro l’istituto senese il primo marzo scorso, lo stesso giorno in cui Mps ha presentato una richiesta di danni per 700 milioni di euro ai suoi ex manager e alla banca nipponica. Nella stessa occasione, la banca senese ha chiesto anche 500 milioni di euro a Deutsche Bank, sempre per l’operazione sui derivati. Lo riferisce Bloomberg precisando che Nomura, secondo una fonte informata dei fatti, chiede che il tribunale londinese dichiari la validità dei contratti derivati con la banca di Siena.

L’azione legale – dove i contratti oggetto di attenzione sono gli stessi sui quali si sta muovendo la procura di Siena, cioè Alexandria e Santorini – era stata depositata tra le 8.10 e le 8.30 di venerdì primo marzo. Questa richiesta, tuttavia, potrebbe essere stata vanificata qualora, prima della presentazione dell’atto di citazione al tribunale di Firenze Nomura o Deutsche Bank fossero riuscite a presentare un’“azione di difesa” al tribunale di Londra.