Il pubblico ministero Ilda Boccassini ha appena iniziato a spiegare perché si oppone al legittimo impedimento, presentato dai legali di Silvio Berlusconi, per il processo Ruby. Dopo pochi minuti, viene interrotta dal tecnico del tribunale   perché ci sono problemi di audio, legali alla registrazione dell’udienza: il pm si spazientisce. “Ma non potevate accorgervene prima che non funzionava?”, chiede la Boccassini. Il presidente del collegio, Giulia Turri le risponde: “Abbia pazienza”. E lei: “E’ una vita che aspettiamo”. Poco dopo l’udienza viene soispesa, in attesa dell’invio in cancelleria della documentazione che attesti il ricovero dell’ex premier al San Raffaele per l’aggravarsi della uveite, una sorta di congiuntivite di Francesca Martelli