Combattimenti sempre più efferati fra truppe regolari e insorti relegano sempre più la popolazione civile nelle maglie del conflitto. L’assistenza internazionale ha difficoltà a raggiungere i territori controllati dall’opposizione al regime e in tutto il Paese strutture sanitarie e personale medico sono in pericolo costante. Medici senza Frontiere ha bisogno di donazioni da parte di privati per portare avanti i progetti in Siria e nei paesi vicini. Per garantire la propria indipendenza, MSF non utilizza finanziamenti da parte di donatori istituzionali o statali per finanziare i suoi programmi in Siria e nelle zone vicine. MSF ha lanciato un appello di raccolta fondi per sostenere le sue attività. Per contribuire clicca qui