Il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, è tornato a respingere l’idea di una sua riconferma nella carica. Riconferma suggerita oggi dall’ex ministro ed ex presidente della Corte Costituzionale Giovanni Conso nel corso di una cerimonia all’Accademia dei Lincei a Roma per commemorare Rita Levi Montalcini. “Vorrei sottolineare come la conclusione dei sette anni del mio mandato corrisponda perfettamente alla concezione che i padri costituenti ebbero della figura del presidente della Repubblica, alla continuità delle nostre istituzioni – continua -, ma anche alle leggi del succedersi delle generazioni”. Il Capo dello Stato si è detto “commosso per la metafora laudativa del ‘Faro'” che Conso gli aveva rivolto poco prima. “Che sia faro o sia una luce normale, umana – ha aggiunto Napolitano – certe volte si fa fatica nella nebbia ma io cerco di fare del mio meglio. Farò quel che debbo fino all’ultimo giorno del mio mandato”  di Manolo Lanaro