Nessun viaggio a Roma. La regina Elisabetta II non potrà effettuare la visita in Italia prevista per il 7 marzo. L’Ambasciatore britannico Christopher Prentice ha comunicato al Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano che “la regina non verrà, a causa della sopravvenuta necessità di accertamenti medici”. “Il Capo dello Stato – si legge ancora nel comunicato del Quirinale – ha chiesto all’ambasciatore di trasmettere a Sua Maestà il caloroso ringraziamento per l’intenzione di rendergli visita a Roma prima della conclusione del suo mandato e gli auguri di un pronto ristabilimento”.

Elisabetta secondo le prime indiscrezioni avrebbe accusato i sintomi di una gastroenteritee dovrebbe essere dimessa nel giro di un paio di giorni. Nulla di grave, quindi, come conferma anche il fatto che sia stata trasportata all’ospedale King Edward VII a Londra, dal castello di Windsor, a bordo di un’auto privata e non di un’ambulanza. La regina ha cancellato tutti gli impegni della prossima settimana in via precauzionale, tra questi la visita in Italia che non è chiaro se verrà riprogrammata. Per l’86enne monarca, un’esperienza decisamente insolita: l’ultimo suo ricovero era stato infatti una decina d’anni fa.