La fama, anche se non sempre positiva, sembra non spaventarlo. Al contrario, Giacomo Urtis, chirurgo estetico dei protagonisti del gossip italiano, sembra divertirsi un mondo a interpretare il ruolo del dottore mondano, che si divide tra studio medico e discoteche. È molto amico di Nicole Minetti e lo rivendica con un certo orgoglio (anche se nega categoricamente qualsiasi intervento chirurgico). Forse perché gran parte della notorietà che gli è piovuta addosso è merito (o colpa?) dell’ex consigliere regionale del Pdl. Tra ritocchini, punturine e “olgettine”, dunque, Urtis ci sguazza alla grande. E si vede.

Lei è stato definito il “chirurgo delle Olgettine”. Pubblicità negativa o comunque pubblicità?
Sicuramente la definizione deve aver suscitato la curiosità di molte persone. Per gran parte direi pubblicità positiva; anche se c’è sempre qualcuno che storce la bocca…

Insomma, in questo can can ci ha perso o ci ha guadagnato?
Il mondo della bellezza fisica affascina tutti i settori della società. Essendomi trovato nel mezzo dell’attività mediatica suscitata dal caso in questione, ho acquisito notorietà; e nel mondo contemporaneo lo ritengo un vantaggio.

Che tipologia di donna si rivolge a lei? E qual è l’intervento più richiesto dalle sue clienti?
Il passare degli anni lascia delle tracce che le donne vorrebbero cancellare e questo vale per donne di qualsiasi ceto sociale. Le richieste vanno dalla ridefinizione generica di labbra o zigomi ad altre più precise come labbra morbide alla Angelina Jolie oppure i glutei perfetti alla Belen Rodriguez.

Si è mai rifiutato di operare qualcuno perché la richiesta era esagerata o non necessaria?
Dopo una visita volta a valutare l’elasticità di pelle e muscoli, a calcolare la massa grassa e l’età della pelle, cerco di capire le motivazioni che spingono la paziente ad avanzare certe richieste. E nel caso, senza troppi giri di parole, posso anche dire alla paziente che non ha bisogno di nulla.

Lei è grande amico di Nicole Minetti. I ritocchini dell’ex consigliere regionale del Pdl sono opera sua?
Si, sono molto amico della Minetti. Ovviamente non posso parlare di cose che riguardano la privacy delle persone con cui vengo a contatto.

Una ragazza bella come la Minetti aveva davvero bisogno di interventi chirurgici?
La domanda suggerisce che la Minetti abbia fatto degli interventi chirurgici. Nicole è molto attraente e non ne ha bisogno.

Parliamo delle altre Olgettine: i loro interventi, piccoli o grandi, li pagano loro?
A lei interessa sapere se questi interventi siano stati pagati da Berlusconi, direttamente o indirettamente. I trattamenti che ho fatto a suo tempo riguardavano piccole somme, e sono stati saldati dalle pazienti senza interventi esterni.

Come ha conosciuto Silvio Berlusconi? Ha mai partecipato a qualche “cena elegante” ad Arcore?
Sì, ho avuto l’onore di conoscere l’ex premier, e devo dire che ne sono rimasto impressionato. Un superman sia sotto l’aspetto fisico che mentale. Non ho mai partecipato alle cosiddette “cene eleganti”, cosa di cui ho reso testimonianza alla dottoressa Boccassini quando sono stato interrogato in proposito.

Lei è molto giovane. Come ha fatto a farsi largo in certi ambienti?
Forse per la notorietà che mi è cascata addosso per via delle pazienti e del clamore mediatico. La medicina estetica è enormemente esposta a mode e tendenze, ed è facile lasciarsi catturare dal giro delle riviste e delle trasmissioni televisive…

Ci tolga un dubbio, lei che è di casa in certi ambienti: che tipo di donna piace a Berlusconi?
Per il Cavaliere le donne devono essere belle dentro e fuori, di saldi principi morali. È attratto dal mondo femminile, come tutti gli uomini, e la sua generosità verso le donne è solo coerente con la sua generosità innata.

Conosce Francesca Pascale, la nuova compagna del Cavaliere? Che ragazza è? Secondo lei avrebbe bisogno di qualche ritocco o l’ha già fatto?
Ho avuto occasione di conoscerla, una donna meravigliosa. Simpatica e solare come tutte le napoletane e non ha bisogno di ritocchi. Francesca è la persona adatta per stare al fianco di Silvio Berlusconi; i suoi occhi brillano di gioia alla vista della dolce metà. Si conoscono da anni e condividono ideali, valori e interessi.

Spero per lei che gli interventi su Noemi Letizia non siano opera sua! Di chi è la colpa di questa sfregio alla bellezza femminile? Del chirurgo o di Noemi?
Come ho già riferito alla dottoressa Boccassini, a suo tempo, non ho mai avuto contatti con la signorina Noemi.

Una curiosità: lei che ha occhio clinico, ci può svelare il nome di qualcuno che si è rifatto e nega?
Se dovessi fare nomi e cognomi, rischierei di prendermi qualche querela. Meglio evitare, che ne dice?

Ha sentito dell’operazione di ball ironing di Clooney? Ci spiega in cosa consiste?
Togliere le rughe dove non batte il sole? Fare un lifting al viso cancella le rughe e fa sembrare più giovani, dà un emozione. Non credo che un lifting ai gioielli personali abbia lo stesso effetto. Ma non è il caso di inquietarsi troppo; si tratta dell’ennesima stranezza giunta da oltreoceano. Mi pare una moda da non seguire. D’altra parte quei “gioielli” sono chiamati volgarmente con il loro nome proprio perché non suscitano emozioni; perché ne dovrebbero suscitare mostrandoli senza rughe?