I partiti iniziano le manovre su una possibile alleanza per evitare il ritorno alle urne dopo che il risultato delle elezioni ha reso l’Italia ingovernabile. L’incertezza conseguente all’affermazione del fenomeno Grillo e al fallimento della classe dirigente innervosisce i mercati finanziari che minacciano una recrudescenza della crisi. La richiesta di salvataggio alla Banca centrale europea potrebbe essere più vicina se il processo di riforme e riordino dei conti pubblici viene messo in discussione.

Ospite in collegamento: Stefano Cordero di Montezemolo – Economista, docente ed esperto di finanza da Milano: “Questo è il paese dell’inefficienza e della cattiva utilizzazione delle risorse pubbliche che penalizzano la crescita del privato, le riforme sono obbligatorie a prescindere dall’Europa, se non c’è questa cornice riformista è inutile far partire qualsiasi governissimo perché sarebbe solo un inciucione per salvare il salvabile senza nessun beneficio per la collettività”.