Una domenica particolare, tra sacro e reale. Tra San Pietro e l’urna elettorale. Tra un punto di arrivo e una (possibile) partenza. Una domenica in cui Benedetto XVI dà l’addio ai suoi fedeli con l’ultimo Angelus e gli elettori affrontano la prima giornata di urne. Il silenzio dei politici in attesa dei risultati, la voce della piazza, le scelta dei cittadini. Per questo “al voto al voto”. Vi racconteremo tutto sul numero del lunedi, con servizi e opinioni dai vari punti cardini di questa domenica di attesa. Di speranza per alcuni. Di timore per molti altri, forse la maggioranza.

Avremo un racconto di Alessandra Fiori, da poco in edicola con il libro il “Cielo è dei potenti”, meta-storia di un Italia scudocrociata nell’anima, dal Dopoguerra a oggi. Quindi Fabrizio d’Esposito ci spiegherà uno dei lati oscuri del potere, quello massonico, con carte inedite, guerre e scontri interni, riflessi sull’esterno. Siamo poi andati a scoprire una delle ultime passioni dello Stivale, passione in fatto di palato: la birra artigianale. Un’esplosione di birrifici, di mercato, di gusto. Ma se il luppolo è una scoperta, l’abbigliamento è una costante. Il Fatto ha incontrato il re del cachemire, Brunello Cucinelli e ha visitato un’azienda cucina intorno a lui. E poi gli esteri: come l’Olanda tratta i suoi ragazzi. Tutto sul Fatto del lunedi.