Anna Maria Gatto, il presidente del collegio di fronte al quale si celebra il processo Ruby bis a carico di Emilio Fede, Lele Mora e Nicole Minetti, non è nuova alle battute. La testimone Lisa Barizonte, sentita oggi in aula, rievoca le confidenze tra lei e Karima El Mahrough, alias Ruby. In particolare il giudice le chiede di un incidente con l’olio bollente. La teste conferma: “Mi disse che lo zio le fece cadere addosso una pentola di olio bollente”. “Chi era lo zio? Mubarak?”, chiede Anna Maria Gatto strappando un sorriso ai presenti in aula. Ironia che punta dritta al centro dello scandalo. La teste, sottovoce, risponde: “No, non l’ha detto”. E’ sempre dall’esame del presidente che esce anche l’altra rivelazione della giornata, quel bacio “alla francese” che la Barizonte ha ammesso di aver dato a Silvio Berlusconi. “Aveva raccontato una barzelletta, mi è venuta voglia di baciarlo”. Sentita nel corso dell’udienza dai pubblici ministeri, la teste ha inoltre confermato di aver ricevuto aiuti economici dal Cavaliere. Bonifici di 2500 euro al mese, dal marzo del 2012  di Franz Baraggino