Ricordo una sensazione profonda di sgomento, mai provata prima! Un’incredulità tale da dover chiedere conferma che la realtà di quello che era appena successo non fosse frutto di un fraintendimento. Ero immobile e frastornata ad ascoltare le notizie che si rincorrevano, mentre il corso normale del tempo sembrava essere stato improvvisamente interrotto, come uno squarcio su una tela, con violenza e la sensazione che niente sarebbe più’ stato come prima che cresceva. La violenza s’imprimeva nell’animo e nella memoria in modo indelebile.

Daniela Anna Sgarlata