È fatta. Il mio voto, in busta sigillata, giace in una buca delle lettere in attesa che un solerte postino belga, di buon’ora (come sapete, al nord ci alziamo prima) la consegni al Consolato italiano a Bruxelles.

A ogni tornata elettorale questo esercizio del mio diritto-dovere democratico mi riesce più difficile. Aperto il lenzuolo-scheda comincio ad andare per esclusione: buona parte dei simboli non avrebbero la mia croce nemmeno sotto tortura. Questa volta però, forse anche perché il lenzuolo era meno lenzuolo del solito, una volta andato per esclusione non è rimasto nulla. Non un singolo simbolo. Insomma, tocca turarsi il naso: votare scheda bianca e delegare la scelta ad altri non mi è mai sembrato utile.

Mi sono consolato al pensiero che, con tutta probabilità, l’esercizio si ripeterà presto; non vedo come il Paese possa risultare governabile viste le premesse. Quale maggioranza di governo? Pd+Montiani? Pdl+Grillini? Grande coalizione? Al momento, non darei a nessuna di queste combinazioni più di qualche mese di vita (anche se, evidentemente, una volta al potere ci si adopera per mantenerlo).

Certo, a ben guardare, tra le lettere e mail dei candidati che mi hanno scritto e le centinaia di Tweet dei candidati che ho cercato di seguire, le ricette non differiscono molto: sono di una tale generalità che è difficile immaginare uno schieramento opposto con idee molto diverse.

E questo, a mio parere, include il M5S: anche Grillo batte sul tasto della prima casa, assortito di proposte impossibili – perché incostituzionali oltre che praticamente suicide – come il referendum sull’euro.

Intendiamoci, personalmente vedo le piazze piene di gente come un salutare segno di risveglio dal sonno dell’ultimo ventennio. Al tempo stesso, però, il “cambiamento” auspicato, gratta gratta, consiste nel sostituire degli incapaci disonesti con degli incapaci dalla fedina penale pulita. È già qualcosa, ma credo che ci meriteremmo di più. E, soprattutto, troppo di questa retorica del “piazza pulita” mi ricorda il Berlusconi del 1994.

Forse esagero. Ma sappiamo tutti come è andata a finire.

Disclaimer: Come riportato nella bio, il contenuto di questo e degli altri articoli del mio blog è frutto di opinioni personali e non impegna in alcun modo la Commissione europea.