Beppe Grillo anche a Bergamo è stato accolto da una folla di attivisti, che si sono accalcati in piazza Vittorio Veneto per acclamare ed applaudire l’istrione. Lui dal palco ha urlato per oltre un’ora battendo sul chiodo dell’attualità e rinnovando le proposte del movimento Cinque stelle. Ha risposto per le rime a Mario Monti, che ieri lo accusava di voler trasformare l’Italia nella Grecia, ha parlato del Papa, trovando una motivazione delle dimissioni nell’ipotetico coinvolgimenti dello Ior nello scandalo Mps e non poteva non parlare di Finmeccanica e del ruolo della politica nelle nomine di amministratori e consiglieri di società e aziende: “Dove c’è la politica – ha detto grillo – non ci sono i partiti e dove c’è l’onestà non ci sono i partiti”  di Alessandro Madron