Pagare le persone perché non lavorino è una doppia offesa alla dignità delle persone, sia di chi vuole lavorare sia di chi cerca lavoro. La Fiom di fronte all’ennesimo atteggiamento antisindacale è pronta a mettere in campo tutte le azioni giuridiche e sindacali per impedire il perdurare di una situazione non più accettabile”. Lo ha detto Maurizio Landini, segretario generale del sindacato delle tute blu ai microfoni de ilfattoquotidiano.it commentando la decisione della Fiat di retribuire regolarmente i 19 operai della Fiom assunti a Pomigliano lo scorso novembre su disposizione della corte d’appello di Roma. E sulla marcia indietro del Lingotto sul progetto Fabbrica Italia annunciato ieri dall’Ad Sergio Marchionne, Landini dice: “Non è normale dichiarare che il piano sia stato un errore. E’ stato presentato davanti al governo, alle banche e alle forze sociali. Siamo di fronte ad una truffa nei confronti del Paese e dei lavoratori”  di Manolo Lanaro