Falso allarme a Berlino per quello che era sembrato un attacco con acido fluoridrico.

La polizia ha spiegato che alle 7 di questa mattina due dipendenti di una società di pubblicità avevano lamentato problemi di respirazione dopo essersi avvicinati alla parete vetrata di una fermata dell’autobus danneggiata con l’acido fluoridrico, una sostanza corrosiva e tossica.

Successivamente la polizia ha chiuso sei fermate di autobus e tram lungo la Karl-Liebknecht-Strasse e intorno alla Alexanderder platz temendo un attacco diffuso e pericoloso per i passanti, ma pare che si sia trattato solo di un atto di vandalismo circoscritto.

“Abbiamo accertato che ad Alexander platz non è accaduto nulla: abbiamo trovato solo del vecchio colore usato per dei graffiti”, spiega la portavoce della polizia di Berlino Diana Born, ricostruendo la dinamica del falso allarme. Gli agenti hanno riscontrato solo la presenza di “vecchi danni alle fermate dell’autobus”.