Non è stato un bagno di folla come la manifestazione di segno opposto di due settimane fa, ma i militanti d’Oltralpe per i diritti civili scongiurano il rischio flop. La capitale francese è stata infatti attraversata da più di centomila cittadini al grido di “meglio un matrimonio gay che uno triste”. Attesa per il provvedimento che sancisce la possibilità di sposarsi fra pesone anche dello stesso testo e di adottare un figlio. Martedì approderà in Parlamento di Davide Leggio