Una ventina di giovani vicini all’area antagonista ha assaltato un gazebo della Lega Nord in piazza Duomo, a Trento. Il blitz ha causato tre i feriti, tra cui il titolare di un bar che era uscito dal proprio locale per vedere cosa stesse accadendo. Il fatto è avvenuto poco prima delle 16: sul luogo sono intervenuti una ventina di agenti delle forze dell’ordine e un’ambulanza.

Anche il questore del capoluogo trentino si è presentato sul posto e ha discusso dell’accaduto con il senatore della Lega Nord Sergio Divina, che si trovava al gazebo al momento dell’attacco ma non è rimasto ferito. Meno fortunato l’ex presidente del Consiglio regionale, Franco Tretter, del partito Autonomista, che ha ricevuto un forte colpo alla mandibola proprio mentre stava parlando con Divina. L’altro ferito, colpito a un occhio, è un attivista della Lega.

Il gruppo di giovani, presumibilmente dei centri sociali, si è dato alla fuga e la polizia sta indagando per rintracciarli. Già giovedì, in tarda mattinata, un gruppo di anarchici aveva interrotto l’attività di raccolta firme del partito contro i contributi che vengono concessi agli immigrati: i contestatori avevano esposto uno striscione, urlato degli slogan e imbrattato un cartellone leghista.