La crisi, le rapine, l’esasperazione e i poligoni di tiro nel Bergamasco