E’ iniziato il viaggio elettorale di Antonello Caporale per il Fatto Quotidiano. Dopo la prima puntata, pubblicata sul numero di mercoledì e dedicata a Salerno (“La città betoniera. La città cameriera”), è la volta di Catanzaro. La puntata, intitolata “Nella discarica della politica il fiore di Catanzaro”, racconterà la Calabria immobile, i blocchi di famiglie perennemente al potere, i volti di una perfetta galleria della perdizione. Ma anche le storie di chi combatte e resiste. Con nomi e curriculum.

Il tour toccherà un’altra città calabrese, Cosenza, per poi passare in Puglia, a Lecce. L’iniziativa denominata “Campagna d’Italia” racconterà città e paesi attraverso i volti dei candidati. Dopo le prime tappe al Sud, Caporale risalirà la Penisola verso Nord, toccando Modena, Reggio Emilia, le Alpi, la Padania.

Nelle diverse puntate svelerà i volti di donne e uomini eccellenti oppure impresentabili, ragazze coraggio e fidanzate del capo. Immobiliaristi dalla verve comunista e faccendieri moderati. Il candidato che è in noi sarà oggetto dell’indagine giornalistica. Perché i candidati sono il nostro specchio, riflettono i nostri vizi, le nostre furberie, o anche la nostra dignità, la nostra rettitudine, la nostra passione.