Per l’inaugurazione della seconda stazione ferroviaria di Torino – Porta Susa la città è stata blindata. La a cerimonia per l’apertura dello scalo ad alta velocità vedeva degli ospiti di eccezione: il premier dimissionario Mario Monti, il sindaco di Torino Piero Fassino, il governatore della Regione Piemonte Roberto Cota,  e i vertici di Trenitalia, Lamberto Cardia e Mauro Moretti. Fuori ad aspettarli i gruppi dei NoTav. Alle 12 c’è stata una carica di alleggerimento in piazza XVIII Dicembre, proprio di fronte alla stazione. I manifestanti hanno lanciato degli oggetti verso le forze dell’ordine. Intanto davanti a un altro ingresso della stazione protestavano la Lega Nord e Fratelli d’Italia. Mario Borghezio spiega: “Non siamo qui per contestare l’opera, ma per Monti. È stato un primo ministro che ha fatto tutto contro il nord. Chiunque al suo posto, anche Bersani”  di Cosimo Caridi