A Varallo (provincia di Vercelli), grazioso centro della Valsesia, il consenso e la visibilità si comprano a suon di galline e buoni pasto. Per le vie del borgo sembra essere amatissimo il prosindaco Gianluca Buonanno, leghista di lungo corso e deputato che, per arricchire il proprio curriculum, accanto alle ordinanze anti burqa, anti accattoni e anti ambulanti, da qualche mese ha iniziato a puntare anche sui regali ai cittadini. Prima ha offerto una gallina e un gallo a testa, poi è passato poi a buoni benzina da 25 euro, per arrivare in questi giorni ai buoni per la pizza. Regali come se piovesse, insomma, pagati di tasca sua e assegnati sorteggiando casualmente dei nominativi tra i cittadini in regola con il pagamento delle tasse comunali. Oltre a elargire regali è riuscito a mettere la propria immagine ovunque: dalla sagoma del vigile di cartone posizionata sulla strada, fino ai manifesti sulla raccolta differenziata, non c’è affissione pubblica che non porti stampata la sua faccia  di Alessandro Madron