Capodanno di sangue in Costa d’Avorio dove “almeno 60 persone” sono morte travolte in una calca durante un raduno ad Abidjan per assistere ai fuochi d’artificio. I feriti, hanno riferito i vigili del fuoco alla tv pubblica, sono “oltre 200”. Diverse fonti riferiscono che sono rimasti coinvolti molti bambini che  partecipavano ad i festeggiamenti per l’arrivo del 2013. Il responsabile dei pompieri Issa Sako ha detto che l’ingorgo della folla si è creato all’ingresso dello stadio. “Nella calca molti sono stati calpestati e soffocati dalla folla”, ha raccontato. 

I morti a Plateau sono per lo più 60, tutti  in una fuga precipitosa nei pressi dello stadio Félix Houphouët Boigny. Le vittime, di età compresa tra 8 a 15, erano originari per la maggior parte da altri comuni del distretto di Abidjan. E’ stato immediatamente informato il governatore del distretto di Abidjan che è andato sul posto e ha incaricato il commissario del primo distretto di polizia di Plateau di evacuare i feriti. Sul luogo c’è ancora molta confusione e i genitori delle vittime non sanno a chi rivolgersi. Sanogo Mamadou è alla ricerca di suo figlio Sayed, nove anni: “Ho appena visto tutti i corpi, ma non riesco a trovare mio figlio, io non so cosa fare”, ha detto, singhiozzando.