La data scelta per votare non ha favorito la grande partecipazione al voto, come dimostra l’esperienza dei seggi di Milano e Monza. Ma il Pd lombardo sembra soddisfatto: “Un’ottima affluenza che dimostra la validità della scelta delle primarie come strumento di partecipazione democratica”. Due i requisiti per votare: essere iscritti al Pd o avere partecipato alle primarie nazionali. Qualche eccezione è stata fatta, come testimonia ai microfoni de ilfattoquotidiano.it il responsabile di uno dei circoli milanesi: “Ci sono 5 persone che abbiamo fatto votare, perché hanno dichiarato di avere votato alle primarie nazionali in un’altra sede”  di Francesca Martelli