Sono 4.305.058,77 gli euro raccolti sino ad oggi da Italia Loves Emilia, il concerto-evento benefico svoltosi lo scorso 22 settembre al Campovolo di Reggio Emilia che verranno devoluti per la ricostruzione di alcune scuole emiliane danneggiate dal terremoto. E la raccolta continua con un cd-dvd da 30 euro e con un libro da 24 euro dedicati all’evento.

Il rendiconto del grande appuntamento pro terremotati è stato presentato oggi nella sede della Regione Emilia Romagna a Bologna, nel corso di una conferenza stampa cui hanno partecipato il sottosegretario alla Presidenza della Giunta regionale, Alfredo Bertelli e gli organizzatori di “Italia Loves Emilia” Claudio Maioli Ferdinando Salzano.

Questa cifra, come stabilito in sede di comitato istituzionale di concerto tra il commissario Vasco Errani, i Comuni e le altre istituzioni interessate, contribuirà alla ricostruzione di diverse scuole emiliane colpite dal sisma: San Possidono (300.000 euro per il rifacimento del centro scolastico Rodari); Camposanto (1 milione di euro alla Scuola media); Medolla (300.000 euro per rifacimento scuola di musica); Guastalla (250.000 euro per la progettazione nuovo polo scolastico); Reggio Emilia (200.000 euro alla Scuola comunale infanzia XXV aprile); Sant’Agostino (150.000 euro per il completamento della Scuola San Carlo); Crevalcore (1 milione di euro alla Scuola media Marco Polo); Reggiolo (1 milione e 100 mila euro alle scuole del capoluogo).

Il meccanismo dell’attribuzione è stato illustrato dal sottosegretario Bertelli, che ha sottolineato “Le risorse verranno erogate ai Comuni tramite la contabilità speciale del Commissario in base allo stato di avanzamento dei lavori, per evitare che i soldi possano essere bloccati dal patto di stabilità”. Cifre che quindi verranno messe a disposizione ufficialmente con una lettera che a giorni spedirà Errani ai primi cittadini dei comuni interessati, e che si sbloccheranno soltanto nel momento in cui l’avanzamento, tra permessi, assegnazione appalti e inizio dei lavori, sarà deciso con precisione.

“Oltre ai 4 milioni e 300 mila euro messi a disposizione oggi dalla produzione del concerto reggiano”, ha concluso Bertelli, “nel conto corrente speciale gestito dal commissario straordinario Errani ci sono poco più di 10 milioni derivanti dalle donazioni dei privati e il 1 milione e mezzo di euro del concerto del Dall’Ara. I 14.350 mila euro provenienti dagli sms di solidarietà vengono invece gestiti dal Comitato dei Garanti (presieduto da Giuseppe Grechi, Pier Luigi Petrillo e dalla bolognese Isabella Seragnoli, n.d.r.)”

La massima trasparenza dell’attività della commissione straordinaria gestita da Errani verrà coronata da un sito web “dedicato alla tracciabilità di ogni euro donato, e su cui potrà essere effettuata una verifica sullo stato di avanzamento dei lavori di quel singolo progetto cui i fondi siano stati destinati”. La pagina non ha ancora un nome definitivo, ma provvisorio (www.openricostruzione.it) e dovrebbe entrare in funzione ai primi di gennaio 2013.

Per quanto riguarda gli specifici fondi di “Italia Loves Emilia”, tutti i dettagli sull’utilizzo, controllati e revisionati da un apposito ente, sono visibili suwww.italialovesemilia.it