“Lo spread? Smettiamola di parlare di questo imbroglio. La Germania detta condizioni a tutti”: il giorno dopo queste parole pronunciate da Silvio Berlusconi, il cancelliere tedesco Angela Merkel ha elogiato Mario Monti e il suo governo ha fatto sapere che non accetterà attacchi e populismi contro Berlino durante la campagna elettorale italiana.

E così, mentre risale la tensione italo-tedesca e il puzzle politico di casa nostra si complica, il Paese si ritrova a pagare un conto che si fa sempre più salato: le imprese sono in difficoltà, la disoccupazione è in aumento, più di un terzo dei giovani italiani sono senza lavoro, la rata dell’Imu di dicembre si sta mangiando le tredicesime, i consumi ristagnano mentre una parte delle famiglie italiane e del ceto medio intacca – per far fronte all’emergenza – i propri risparmi, con la crescita che resta un miraggio. E la politica – a pochi mesi dalle elezioni – si agita, ma sembra non voler mollare i propri privilegi. Come se ne esce? Con le ricette di Monti o esiste anche un’altra via d’uscita?

Temi che saranno al centro de “L’imbroglio”, l’ottava puntata di Servizio Pubblico in onda su La7 alle 21.10 e in diretta streaming su ilfattoquotidiano.it. Nello studio di Michele Santoro ci saranno l’ex ministro dell’Economia Giulio Tremonti, il leader dell’Italia dei Valori Antonio Di Pietro, il presidente della Banca nazionale del Lavoro Luigi Abete e il vicedirettore di Repubblica Massimo Giannini. Nel corso della puntata gli spettatori potranno intervenire nel dibattito attraverso Liquid FeedbackServizio Pubblico sarà trasmesso anche su serviziopubblico.it, sulla piattaforma web de La7, Youtube e in diretta su Radio Radicale.