“Lo spread? Smettiamola di parlare di questo imbroglio. La Germania detta condizioni a tutti”: il giorno dopo queste parole pronunciate da Silvio Berlusconi, il cancelliere tedesco Angela Merkel ha elogiato Mario Monti e il suo governo ha fatto sapere che non accetterà attacchi e populismi contro Berlino durante la campagna elettorale italiana. E intanto il nostro Paese si ritrova a pagare un conto sempre più salato. Santoro affronta questo spinoso tema assieme all’ex ministro dell’Economia Giulio Tremonti, al leader dell’Italia dei Valori Antonio Di Pietro e al presidente della Banca nazionale del Lavoro Luigi Abete. La puntata ha totalizzato il 13,24 di share con poco meno di 3 milioni di telespettatori.
 

L’appello di Santoro a Grillo: “Beppe, torna in te”
Santoro apre con un appello a Beppe Grillo a proposito della sua querela e del suo recente ordine di espulsione nei confronti di Federica Salsi e Giovanni Favia. “Non sei Berlusconi, nè Ghedini, nè D’Alema” – ammonisce il conduttore di Servizio Pubblico – “Non sei neppure Casaleggio, nè Gesù, nè il Papa, nè un Cardinale. Non sei il capufficio di Fantozzi e non puoi dire ‘sei fuori’, perchè non sei Briatore”. E aggiunge: “T’incazzi persino con Giulia Innocenzi. Torna in te, se ti rincoglinisci troppo, va a finire che questi mettono da parte le primarie e tornano a fare come prima e peggio di prima”. Santoro poi precisa: “Abbiamo ancora bisogno di te perchè la politica cambi veramente”. E conclude: “Conta pure sulla mia firma per farti presentare le tue liste, poi me ne torno buono buono sui tempi lunghi dove anche tu un giorno dovrai venire. Nelle verdi praterie dove tutti noi televisivi riposeremo in pace”

 

Berlusconi torna o non torna?
La copertina di Luca Bertazzoni sulla misteriosa discesa in campo di Silvio Berlusconi. Il giornalista chiede lumi ai maggiori esponenti del Pdl, dal segretario Alfano a Giorgia Meloni fino a La Russa e a Verdini. Di certo c’è che le primarie sono state annullate, nel partito regnano confusione e incertezza e i mercati non sembrano reagire positivamente

 

Antonio Di Pietro: “Che c’azzecca Monti col PPE?”
Scoppiettante avvio di puntata con l’interrogativo polemica di Antonio Di Pietro: “Che ci faceva il curatore fallimentare Monti insieme al Partito popolare europeo?”

 

Giulio Tremonti: “Perchè ci impongono come votare?”
L’ex ministro dell’Economia analizza l’attuale scenario politico ed ipotizza un potenziale futuro della situazione italiana. Perché ci impongono come votare? L’importante, secondo l’ex ministro, è non osservare tutto con una logica di cortile

 

 

Beppe Grillo: “Lo spread? Un’allucinazione”
Monti deve scomparire, e’ stato solo una bolla, un bluff, un curatore fallimentare. E lo spread e’allucinazione mentale di speculazione bancaria”. Sono le parole pronunciate da Beppe Grillo sulla crisi finanziaria nell’intervista rilasciata al network Cnbc

 

Silvio Berlusconi: “Lo spread? Un imbroglio”
Il fluviale intervento di Berlusconi alla presentazione del libro di Vespa. “Nella mia lunga vita non avevo mai sentito parlare di spread e penso neanche voi. Ho detto che è un imbroglio nel novembre 2011 e lo confermo”. Così l’ex premier lancia la sua campagna elettorale

 

Luigi Abete spiega il “sistema Europa”
Secondo Luigi Abete, in Italia abbiamo un grado di democrazia e libertà adeguato. E non bisogna dimenticare che un anno fa eravamo in una situazione fallimentare a causa di problemi che arrivavano da lontano

 

Giulio Tremonti: “Lo spread è un fenomeno drammatico”
“In questo momento c’è qualcosa che non va. Lo spread, nonostante il miracolo annunciato, è triplicato rispetto a quando ero ministro”. Così dichiara Tremonti sul suo operato

Marco Travaglio: “Primarie, Berlusconarie e Carcerarie”
Mancano due mesi alle elezioni e non sappiamo ancora i candidati premier. Lo scenario delle alleanze alle prossime elezioni è raccontato minuziosamente dal vicedirettore de “Il Fatto Quotidiano”. Accordi, cambi di strategia, tutto ed il contrario di tutto. Pensavamo di essere un Paese serio? Era tutto uno scherzo

 

Marcello Dell’Utri: “Mi ricandido alle prossime elezioni”
Marcello Dell’Utri, intervistato da Sandro Ruotolo, dice la sua sui piani di Berlusconi e conferma la sua ricandidatura alle prossime elezioni

 

Antonio Di Pietro: “Berlusconi ci ha portato al disastro” 
Secondo il leader dell’Idv, Berlusconi ha voluto distogliere la realtà dei fatti addossando la colpa della crisi al governo Monti mentre è il suo governo che ci ha portato al disastro

 

Polemica accesa tra Di Pietro e Abete
Si scaldano gli animi tra Abete e Di Pietro durante la discussione in studio sulla spesa pubblica

 

Giulio Tremonti: “Ci sono due crisi”
Secondo Giulio Tremonti la combinazione tra le la crisi economica e quella politica sta portando l’Italia verso una situazione drammatica

 

Casapound: gioventù sbancata
La manifestazione di Casapound, movimento di estrema destra romano, raccontata da Luca Bertazzoni. Un mondo che si ispira ad ideali fascisti e del quale fa parte anche il figlio del sindaco Alemanno

I motivi della crisi
Le tasse fatte dal Governo sono state troppe a causa della convinzione di poter sistemare le cose. Secondo Tremonti i troppi soldi tolti ai cittadini hanno peggiorato le cose. Ed il ritorno dell’Imu si poteva evitare

 

La protesta di un imprenditore: “Patrimoniale assurda”
Giuseppe Moroni è un proprietario immobiliare piemontese che chiede al governo di prendere atto della situzione nella sua zona. E che lo faccia prima di aumentare le tasse

 

Battibecco tra Tremonti e Abete sull’Imu
Il problema dell’Imu ed il suo ritorno: Monti ha anticipato una mossa che Berlusconi avrebbe fatto nel 2014? Ed i toni tra Abete e Tremonti si surriscaldano

 

Uno studente: “E’ una macelleria sociale”
Tiziano Scricciolo è uno studente di Perugia che protesta contro i tagli alla pubblica istruzione. Lui insieme ad altri studenti si definisce costretto a pagare una crisi di cui non ha colpa

 

Il ministro Profumo e i tagli alla scuola
Giulia Innocenzi ha cercato il ministro Profumo a Perugia. Che però non si è presentato

 

Shadow banking
Mentre nei paesi occidentali non si fa che parlare di lotta all’evasione e incremento della pressione fiscale per tappare i buchi provocati dalla finanza spericolata, il cosiddetto “shadow banking”, ovvero il “sistema bancario ombra”, è cresciuto fino ad arrivare a 67mila miliardi di dollari. Ma cos’è esattamente?

 

 Gianni Dragoni: “Il cavaliere rosso”
Il racconto di Gianni Dragoni sugli introiti finanziari delle aziende di Silvio Berlusconi. In attesa del bilancio che verrà discusso a breve

 

Le irriverenti vignette di Vauro: da Berlusconi a Grillo
Il finale scoppiettante con il tocco inimitabile del vignettista toscano: da Berlusconi a Bersani fino a Brunetta e a Grillo