“Ma io che ne so che lei è del Fatto Quotidiano, mi faccia vedere il tesserino”. Gianfranco Micciché, leader del movimento “Grande Sud”, uscendo da Montecitorio chiede l’identificazione del giornalista de ilfattoquotidiano.it. “Che ne so io che sei de ‘Il Fatto’ e non sei un imbroglione? Dov’è il tesserino da giornalista, siete tutti imbroglioni”. Mentre mostriamo il tesserino, Micicché chiede: “Il vostro direttore Ingroia che fa si candida?”. Poi aggiunge: “Padellaro, Gomez sono solo i direttori ufficiali”. Così il deputato siciliano dopo aver visto il tesserino da giornalista del nostro Manolo Lanaro, esclama: “Ora puoi farmi l’intervista”. A Micciché chiediamo dell’annuncio dato ieri da Silvio Berlusconi di una non ricandidatura del sentore Pdl Marcello Dell’Utri. “Io sono assolutamente convinto – risponde – che tutte queste cose su Dell’Utri hanno un valore pressoché nullo perché gli è stata costruita addosso questa costruzione di delinquenza che secondo me – continua – non esiste. Punto. Ognuno poi sceglie cosa fare io non ne ho idea, se può Berlusconi lo candiderà oppure no”. “Se mi candiderò io mi chiede? Io non lo so ancora, stiamo lavorando, personalmente – conclude – sto guardando, sto vedendo”  di Manolo Lanaro