“E’ un Movimento che si commenta da solo“. Così il deputato Pd, Francesco Boccia, commenta le espulsioni di Giovanni Favia e Federica Salsi decise da Beppe Grillo. “Io ho grandissimo rispetto” – continua – “per i tantissimi giovani che si sono candidati, che fanno attività politica con il Movimento 5 Stelle, ma chiedo solo di non fare l’errore di restare abbagliati da false promesse e da orizzonti che purtroppo sono già conosciuti”. L’esponente del Pd aggiunge: “Chi dice ‘chi non è d’accordo con me vada via’ evidentemente non ha grande dimestichezza con la democrazia. L’Italia ha conosciuto i diverse esperienze di questo tipo dagli anni venti, passando poi per Bossi, per il modello Pdl che sta implodendo in queste ore. Ci mancava anche Grillo”. E conclude con un appello: “Io dico a questi ragazzi: ribellatevi, fatevi sentire fino in fondo, perché l’unico modo per essere liberi è difendere la democrazia e mi pare che in questo momento nel M5S di democrazia non ce ne sia di Manolo Lanaro