“Torno per vincere”. Silvio Berlusconi al centro sportivo di Milanello ha parlato nuovamente di politica a margine dell’ormai consueto appuntamento pre partita con i giocatori del Milan. Convinto di sé e delle proprie possibilità, Berlusconi ha cavalcato i temi a lui più congeniali, dalla giustizia alla pressione fiscale, difendendo la memoria del suo governo. Parlando di Angelino Alfano (segretario Pdl) ha detto che “ci vuole tempo per diventare leader” e sulla scelta di ritornare in campo ha puntualizzato che: “Io non sono mai entrato in una gara con l’intenzione di rimediare un buon posizionamento, io sono sempre entrato in una gara per vincere e per vincere è opinione di tutti che ci voglia un leader riconosciuto, non è che non lo abbiamo cercato, ma non lo abbiamo trovato”. Insomma, il Cavaliere dice di essere costretto a tornare dalle circostanze, per non lasciare troppo spazio alla sinistra e per riempire il vuoto lasciato dalla mancanza di un leader in grado di tenere assieme i cocci del Pdl  di Alessandro Madron